Categorie
Videogiochi

Wii: sta succedendo qualcosa

Grand Slam Tennis come Match Point?
Grand Slam Tennis come Match Point?

Fa caldo, questa notte ho ufficialmente dormito sopra le coperte e le imposte sono perennemente chiuse per evitare quel tasso eccessivo di afa che noi vichinghi proprio non sopportiamo. Ufficialmente estate e un’estate che, insospettabilmente, sta regalando gioie a chi ha un Wii sotto al televisore. O perlomeno a me. Dopo mesi e mesi, forse per la prima volta dopo l’arrivo (due anni e mezzo fa) della console nei negozi, mi ritrovo ad avere un buon numero di giochi da provare o che proverei volentieri se avessi tutto il tempo libero che vorrei avere. Grazie al cielo le pagine mensili su NRU sono la scusa ufficiale per far collimare desideri&doveri, tanto che nelle ultime settimane ho scoperto svariati episodi felici. Prima Punch-Out!!, che ormai è nei negozi, e che è bello da vedere, divertente da giocare, intelligente da studiare e stronzo il giusto per durare più di due pomeriggi. Se solo non fosse che il mio salvataggio è tenuto in ostaggio da una console tornata tristemente in Nintendo. Che Next Level Games ci sapesse fare era già stato confermato da Super Mario Strikers, ma qui le cose vanno anche meglio. Il sistema di gioco (complice la possibilità di appoggiarsi a una ricetta del passato) è più immediato, pulito ed efficace; la realizzazione grafica quasi impeccabile e stilosa quanto basta; il level design da primo della classe. Vittoria su tutti i fronti.
Tempo pochi giorni e, dopo aver consegnato la rece di Punch-Out!!, mi ritrovo alle prese con Excitebots, ancora inedito in Europa (chissà per quanto… fine luglio? Settembre?), trash oltre ogni dire, ma anche lui efficace e divertente più di quanto avrei pensato possibile guardando la copertina. Qui non solo c’è un buon sistema di gioco e un’infinità di roba da fare, ma anche una gran bella sezione per il gioco online. Da sempre caso più unico che raro su Wii. Da comprare ieri pure lui. Poi le vere sorprese: Grand Slam Tennis e il Wii MotionPlus. Non gli avrei dato un Euro. Al Wii MotionPlus sì, a Grand Slam Tennis no. Invece, nonostante qualche difetto, qualche imprecisione (da limare per la prossima uscita, altrimenti pomodori sul palco), è il miglior tennis per Wii. E il miglior gioco di tennis in senso generale se si vuole affrontare la faccenda emulando davvero quanto accade su un campo. La sensazione di nervosismo e di concentrazione che precede il servizio dell’avversario (“me la tira sul dritto o sul rovescio?”) è impagabile. Oppure sì, si paga 59 Euro con l’aggeggio extra. Comprerò anche questo. Infine, solo intravisto in redazione, giocato per cinque minuti: The Conduit. Che non è il miracolo tecnologico che, non si capisce bene come, qualcuno aveva predetto. Che non lo sarebbe stato si vedeva fin dalle prime foto e dai filmati, ma vabbé. Quel che conta è che pare funzionare bene, sembra essere ricco di roba da fare e gente da sparare nel petto, robi strani da utilizzare e sufficiente carattere per dare qualche bella gioia agli amanti degli FPS. Sarà quell’effetto “non è una conversione a cacchio di altre versioni più migliori”, ma pare davvero avere un senso nella vita. Solo intravisti, ma probabilmente altrettanto degni di nota: Anno (RTS – gestionale teutoneggiante), Boom Blox Smash Party (provato giusto un pomeriggio con la sezione romana). Insomma, la bellezza di tre giochi da comprare, uno da aspettare con già delle emzze convinzioni e altri due probabilmente papabilissimi. E i maiali volano.