E’ morto Jerry Calà

Jerry Calà morto

Jerry Calà in uno scatto recente

A 58 anni si è spento Jerry Calà, nome d’arte dell’assai meno vendibile Calogero Calà (Catania, 28/6/1951). Niente più “doppia libidine coi fiocchi” per l’ex gatto di Vicolo Miracoli, salito alla ribalta delle scene tra il finire degli anni ’70 e i primi ’80 proprio grazie al gruppo formato con Umberto Smaila e, poi, Franco Oppini.
Nella sua carriera di attore ha interpretato circa una trentina di pellicole, in particolar modo nei ruggenti e laccati anni degli Yuppies, con autentiche perle di serie B del calibro di “I Fichissimi” o “Al Bar dello Sport”, in cui vestiva i panni dell’irresistibile muto Parola. Gli amari anni ’90, con il debutto alla regia (“Chicken Park” – 1994) e l’oblio sia cinematografico che televisivo, non aveva esaurito la sua irresistibile verve demenziale, che lo ha accompagnato nel ritorno dietro alla macchina da presa con gli ultimi “Vita Smeralda” e “Torno a Vivere da Solo”, ideale riproposizione del film che lo aveva lanciato definitivamente nel suo primo ruolo da protagonista nel 1981.

Jerry Calà

Don't believe the hype!

Forse. Forse no. D’altronde è gia morto PingPing.

77 thoughts on “E’ morto Jerry Calà

    1. sinceramente neanche io Q-tro, non so, al momento è come non possa essere possibile, troppo poche info anche, non so se credere oppure no

    2. Mancherà un grande mito se dovessi contare le risate che ho fatto la banca d’Italia andrebbe in fallimento era il numero uno e lo resterà per sempre ciao jerry

  1. Bello Titti :-)
    Pero’ potrebbe averlo coccodrillato un altro e non tu, hai il certificato di coccodrillatore ufficiale? ;-)

    1. Più o meno come la capacità di comprendere un testo e le informazioni relative alla sua pubblicazione sull’internet. Praticamente impossibile per il 90% della popolazione.

  2. Se fosse vero vorrebbe dire che questo signor Calà non era poi così conosciuto, insomma 4 anni per accorgersene… Eppure i morti puzzano, è forse il caso di farsi venire dubbi sulla scarsa igiene personale del (a quanto pare poco) noto comico italiano?

    1. Sono serio: ma voi come fate ad arrivare vivi alla fine della giornata? Come superate i mille ostacoli che la vita vi para davanti ogni santo giorno? Dal preparare il caffè con la moka, al fare il biglietto dell’autobus. Roba complicata di questo tipo. Giuro, non lo capisco.

Rispondi